Come sostituire il burro

Come sostituire il burro

Sostituire il burro nella pasticceria vegan è davvero facile. Solitamente viene sostituito dagli oli, “burro” vegetale o margarina. Le margarine non sempre sono di buona qualità motivo per cui è consigliabile autoprodurle oppure acquistarle senza grassi idrogenati e oil palm free. E’sconsigliato l’utilizzo di solo olio extra vergine d’oliva perché l’aroma particolarmente intenso comprometterebbe il gusto del dolce.

La presenza del burro conferisce morbidezza alle preparazioni, per questo è necessario utilizzare un sostituto vegetale che conferisca queste caratteristiche.

Come sostituire il burro

100 grammi di burro si possono sostituire con:

80 gr di olio di olio EVO: ideale per frolle, ma deve essere un olio molto leggero

80 gr di olio di semi girasole spremuto a freddo o di mais senza OGM: adatto alle frolle friabili.

125 gr di crema di soia o altro: dolci dal sapore delicato che abbiano una consistenza e struttura morbida al palato.

125 gr di yogurt vegetale al naturale con un buon contenuto di grassi: ideale per i dolci da forno o per conferire morbidezza ai muffin.

Pari peso di margarina senza olio di palma o burro di soia o cocco: controlla che non presentino ingredienti come burro o strutto anche se in minime percentuali. Ideale per frolle montate e tutta la biscotteria.

Burro di cacao deodorato: derivato dai semi di cacao è il grasso vegetale solido a temperatura ambiente. Viene privato della sua componente aromatica per non interferire con il sapore dei dolci.

Avocado: la sua polpa può essere utilizzata per torte morbide. L’abbinamento ideale è con il cacao.